Intesa San Paolo chiude la filiale di Rocca Sinibalda

Intesa San Paolo chiude la filiale di Rocca Sinibalda

 

 

Lettera a San Paolo

Con poche righe Intesa San Paolo Spa comunica la chiusura della filiale a Rocca Sinibalda con un taglio chirurgico, dimenticando e facendo pagare alle aree interne del Lazio uno scotto gravissimo. Costruiamo la Banca numero uno in Europa su basi e valori solidi recita l’istituto bancario nelle sue campagne pubblicitarie e di comunicazione. Del resto, San Paolo è un’impresa, e la vocazione dell’impresa è il profitto. Se Intesa San Paolo ha deciso di chiudere faremo tutto quanto è necessario per convincerli che non è la scelta giusta…

Questa una parte della lettera ufficiale inviata a Intesa San Paolo e per conoscenza alle Istituzioni di Governo, al Parlamento, alla Regione Lazio e alla Provincia di Rieti dal sindaco di Rocca Sinibalda Stefano Micheli e dai sindaci dei Comuni della Valle del Turano:

Ascrea, Dante D’Angeli
Belmonte in Sabina, Danilo Imperatori
Castel Di Tora, Cesarina D’Alessandro
Collalto Sabino, Maria Pia Mercuri
Collegiove, Domenico Manzocchi
Colle Di Tora, Beniamino Pandolfi
Longone Sabino, Mauro Novelli
Nespolo, Luigino Cavallari
Paganico Sabino, Danilo D’Ignazi

Lettera a San Paolo_Comune di Rocca Sinibalda